giovedì 21 dicembre 2017

PARTE 2 - Picchiaduro: I luoghi comuni da sfatare.


Sul finire del mio articolo più rappresentativo: PICCHIADURO - I LUOGHI COMUNI DA SFATARE (Parte 1), articolo che smonta le grandi cazzate sparate "dallaggente" sui picchiaduro, avevo suggerito che sarebbe potuta arrivare una nuova lista di ridicoli luoghi comuni... ed infatti, eccola qua.


Girando per la rete e spiluccando da anni riviste specializzate da bravo cagacazzo curioso, l'inesperienza e l'incompetenza cronica di certe utenze che parlano di questo genere, non cessa mai di stupirmi.

Soprattutto perché tale bruttura mentale è rappresentata anche da quelli che si reputano appassionati, che dominano le scene delle communities internettiane, che a volte scrivono per testate specialistiche e che, purtroppo, ottengono consensi pur attenendosi a dicerie deficienti entrate nel "nerd pensiero", concettualmente sbagliatissime (per capirlo ci vuole cervello... però).
Quindi facciamo questa rassegna delle nuove, grosse, idiozie partorite in rete sul genere più bello che c'è...


I Picchiaduro non valgono più di 20 euro perchè finiscono subito...
Se lo dicesse un mio famigliare over 70 sorvolerei, ma sta cagata è detta anche da gente che ufficialmente mastica videogiochi da anni (e non ne ha nemmeno 70)... 
Quindi la situazione è parecchio grave.

I picchiaduro, sempre se ben fatti, sono il genere forse più longevo in assoluto se si sa come sfruttarlo... 
E non parlo del "versus umano" (offline\online) che è scontato ed in un certo senso lascia il tempo che trova, dato che la gente è una variabile che alla fine si stufa dello stesso titolo. 
Parlo di quello che offre il picchiaduro come BASE, ovvero: la possibilità di controllare un alto numero di personaggi diversi
Solo finire il classico Arcade Mode con ogni personaggio dura più di gran parte dei giochi adventure, senza contare l'alto tasso di rigiocabilità "senza impegno" facendo scontri singoli e varie affinità (cosa che difficilmente si fa in un adventure\GDR et similia).
Inoltre, attualmente ci troviamo in mano picchiaduro con molte più modalità singole rispetto al passato, eccetto i casi gravi come lo Street Fighter 5 "Vanilla", di norma ce ne sono sempre di più fra Arcade, varie trials, training, story mode cinematici ed altre cosette che cambiano da titolo a titolo.
Di roba da fare ce n'è, volendo farla.... e molta più di prima, quando non si lamentava nessuno.
Inoltre, se il gameplay è solido, divertente e i personaggi sono tanti, il bello è proprio approfondire questi aspetti.
Ma di questo se ne parlerà nel punto 2.


Una volta finite le modalità singole, il titolo non offre più niente se non il versus...
Ed eccoci ricollegati al punto 1, aggiungendo che con sta mania del versus -soprattutto online- la gente si è abituata male e fatica a  tornare indietro (le assuefazioni son dure da mandar via).
Alcuni, anche ben intenzionati, credono che una volta finite le modalità singole il gioco lo si possa anche buttare, se non ci fosse possibilità di sfidare qualcuno..
Cazzate.
Cazzate perchè, analizzando con testa, il picchiaduro va oltre alla facile pratica dello "sblocca sblocca" per poi buttarsi a sfidare gente... 
Il picchiaduro va "assaporato", va studiato, in particolare per giocarci in singolo... il concetto essenziale di videogiocare senza vincoli di persone o di extra, che sarebbe bene farsi piacere per DOVERE MORALE verso l'arte digitale. Dopotutto il versus è da sempre un'opzione: l'opzione a 2 giocatori.

Imparare le potenzialità (mosse, combo complesse, strategie, ecc.) dei vari personaggi, dovrebbe essere il motivo che spinge la gente a giocare, anche dopo aver finito ciò che c'era da finire. Anzi, si può dire che il vero divertimento inizi da lì. 
Ma ci vogliono DEDIZIONE e VOGLIA, cose che a certi mancano senza il BASSO incentivo vizioso di sfidare a ripetizione qualcuno... 
E va malissimo, perchè la competizione nei picchiaduro è di fatto nociva, porta l'utenza a diventare "drogata di sfida", costringendola a giudicare tali prodotti in maniera funzionale alla stessa
Le compagnie produttrici spingono inoltre sul versus proprio per avere più guadagni col minimo sforzo, risparmiando sul numero di modalità singole da inserire, sul costruire un'IA adeguata per la CPU e su tutto ciò che non ha a che fare direttamente con lo scontro a due.

La curiosità è che i picchiaduro vantano di un combat system  MOLTO più complesso rispetto agli action\RPG\Adventure: hanno combo e juggles intricate, tempistiche ferree, maggior numero di attacchi e di mosse.
Ma nonostante ciò, qualcuno sembra sfruttare il loro single player solo dove non se ne può fare a meno, o quando c'è qualcosa da ottenerere... andando contro logica.
Perchè se il picchiaduro in questione ha un gameplay divertente, usare i suoi personaggi o scoprire manovre nuove da sfoggiare anche vsCPU, dovrebbe essere una pratica interessante e soprattutto duratura. 
Ed infatti lo è sempre stata, se piace il genere.
Chi non è d'accordo, palesemente non è appassionato anche se lo crede (o lo è nel modo errato), quindi può benissimo cambiare genere facendogli finalmente del bene.

Da tale buonsenso si astengano pure gli "hardcoriani cronici", bravoni impediti, online-dipendenti, ignoranti intellettualizzati, tecno-modernisti e i bambini oltre gli 'enta (che sono poi l'utenza internettiana dominante quando si parla di picchiaduro).
Scoprite di più su queste categorie nell'articolo: "Gamers competitivi: quando l'arte videoludica è distrutta dagli stessi videogiocatori".


I picchiaduro NetherRealm sono LEGNOSI...
Questa è una delle TANTE bestiate senza senso che vengono sparate sui picchiaduro della ex Midwaya causa dello stanco "giappocentrismo finto-intellettualoide" che gira nell'ambiente dei videogiocatori "assidui"... non tutti, quelli un po' chiassosi, attivi sui social, forum e via dicendo.

Non essendoci più idee da parte dei detrattori della NRS per affossare Mortal Kombat & Figli che, commercialmente parlando, fanno più numeri dei "picchiaduro elitari" che son belli perchè di nicchia... (ma come i film d'essai, fanno puntualmente più schifo), la nuova calunnia degli haters è la legnosità
Ogni picchiaduro che esce da Casa Boon quindi è legnoso, fa niente se non lo è, DEVE ESSERE LEGNOSO a prescindere.
In verità chi lo dice non sa nemmeno cosa intende veramente, perché di manichini viventi in quei giochi non se n'è ancora visti... eppure qualcuno sulla questione legnosità ci fa pure dei video sul Tutbo, con teorie bizzarre e surreali su cui ci si fa qualche risata (come fanno alla NRS, giustamente), rimanendo anche un po' basiti dal vedere cosa si inventano certi.
Secondo 'sta gente, a quanto pare, la "legnosità" sarebbe data dalle animazioni... 
Vero è che non proprio tutti i MK hanno avuto sempre animazioni felici, basti pensare ai primi capitoli 3D come il 4 o il Deception, che rispetto ad altri 3D come Tekken 3 o Soul Calibur 2, dal quel lato sfiguravano un po'...
Ma dalla generazione "PS360" le cose sono cambiateTitoli come Mortal Kombat IX e X o gli Injustice, hanno generalmente delle GRAN belle animazioni, fluide e ben legate fra loro... o per lo meno al passo coi tempi per i prodotti "2,5D".
Eppure, nonostante la distinta concorrenza (e non solo) partorisca persino animazioni di questo tipo...


Ecco Evil Ryu nel famoso "calcio del burattino"... animazioni di "prima qualità".
...tali problemi -comunque irrilevanti- vengono attribuiti solo a MK & Figli (altrimenti che hating sarebbe?).

In barba se alla Capcom (s)figurano le movenze "fluidisisme" di cui sopra, condite da modellazioni al limite dell'essenziale (al passo coi tempi una bella sega, volgarmente parlando), o se Tekken è ancora afflitto dall'effetto "pallone aerostatico" (chi ci gioca lo sa)... o se il 14° capitolo di King of Fighters in 2,5D, sia noto più che altro per la grafica brutta (e animazioni di paripasso). 
I problemi SERI al comparto tecnico ce li ha solo ciò che esce da quella sede di Chicago.

La verità però è che sti problemi seri ce li ha chi se li è inventati... perchè nascono proprio dall'incapacità dei picchiaduristi hardcore, abituati alle meccaniche della "scuola giapponese" (Capcom o Namco che sia), di approcciarsi ad altri picchiaduro con meccaniche veramente differenti e forse più valide (e fresche).

E perchè qualcuno dovrebbe dare credito a farneticazioni di imbecilli con lo stick in mano per 24 ore, che parlano di arte digitale alla cazzo di caneSolo altri imbecilli potrebbero farlo, ed infatti lo fanno (fortuna che sono pochi e "diversamente intuitivi").

Hating o non-hating, comunque, i titoli NRS rimangono i più venduti, quelli che dal 2004 vincono i vari premi annuali e che danno vero lustro al loro genere. Scopritene di più nell'articolo: "Gli Americani dominano il mercato dei picchiaduro".




Le patch correttive e di bilanciamento sono di "vitale importanza"...

Ma anche no...
O meglio, rischiano di diventarlo se gli sviluppatori, a causa della possibilità di correggere i loro erroracci tramite "pezze" rilasciate online, commercializzano prodotti fatti alla cazzo di cane ("tanto c'è la patch", dicono loro).
Si blocca dopo 3 minuti d'uso? "Tanto c'è la patch"...
Un bug  fa scomparire la testa de tizio X? "Tanto c'è la patch"...
Un altro bug mi fa "esplodere la console"? "Tanto c'è la patch"...

E la pigrizia dilaga, gente che spende 70 per giochi che dovevano uscire 6 mesi dopo, e poi questi con tutta calma correggono cazzate che fino al 2005 non potevano permettersi minimamente ("tanto ormai i soldi li hanno cacciati"... dicono sempre loro).

Fortunatamente coi picchiaduro questo ancora non capita, funzionano tutti bene benino anche senza patch correttive. 
Difatti le patch che spesso la gente aspetta per i picchiaduro, sono quelle di bilanciamento...
Sì, di bilanciamento. Nel senso che il gioco in se funziona, ma non è ottimizzato a dovere per chi fa competizioni o gaming online assiduo.
Cose fino a qualche anno fa irrilevanti e mai cagate dalla stra grande maggioranza dei giocatori, ma da quando la gente sfida altra gente come abitudine, allora sticazzi: listoni di patch deficienti che di solito non modificano un bel cazzo di niente, a parte qualche piccolezza per rendere questa mossa più debole, quella più forte, quest'altra con un range meno ampio di un millimetro e via col tempo da perdere inutilmente.

Chiaramente, tutti accorgimenti per dare soddisfazioni (malate) a chi vive di versus: torneisti, pro-gamer, pazzi per l'online eccetera eccetera, tipologie che stanno appunto rovinando il genere, portandolo verso una dimensione sportiva che fa pure tendenza, quindi perchè favoreggiare qualcosa di culturalmente nocivo?
Non potrebbero tornare, come al tempo che fu, a fare picchiaduro che una volta che escono sono usciti , magari facendoci più attenzione dall'inizio?
Dopotutto è sempre stato così e non rompeva i coglioni nessuno, nemmeno i torneisti che di rotture di coglioni se ne intendono.



Se un titolo non è supportato dalle communities... è morto!
Questa è una simpatica corbelleria, un po' malata, nata sempre in questi anni dominati dai concetti "social", secondo i quali la tendenza nerd punta a seguire i picchiaduro con velleità competitiva nei tornei mondiali,  su TwitchTV, eccetera.

Sebbene sia una delle tante esagerazioni dei fenomeni di internet, ovvero gente che vive in un mondo finto-elitario leggermente sottosopra, dominato da pensieri alternativi estremi che fanno concorrenza al terrapiattismo, il concetto di "picchiaduro morto" se non supportato saltuariamente da DLC e torneini, prende piede anche fra i "normali".
 
Essendo io un fiero conservatore, capisco che è una stronzata senza pari, anche perchè sta logica contorta viene applicata pure ai titoli che vendono un casino di copie.
Quindi come fa un picchiaduro best seller a essere "morto"?
Morto competitivamente, qualcuno vorrà far intendere... l'unica scusa per sostenere un qualche tipo di "morte", al massimo mediatica.
Eppure è sempre stato così, dato che prima della rivoluzione involuzione online nessuno sapeva che cazzo faceva la gente a casa propria con un videogioco, se lo usava o se lo lasciava lì a pigliare polvere.
Un titolo usciva e poi buonanotte, chi lo comprava lo comprava... e si aspettava il capitolo successivo.

Si suppone che se un titolo ha venduto strabene, i tanti acquirenti lo usino anche per i cavoli propri, non per forza facendosi vedere in rete.
Anche perchè rete o non rete, il vero successo commerciale è determinato dalle vendite, da quanto i produttori ci guadagnano... che ci sia una nicchia di hardcore-gamers gareggianti conta fino a un certo punto, difatti i fiaschi rimangono fiaschi pure se sono competitivamente attivi ai tornei, seguiti su Twitch (dagli stessi hardcoriani che globalmente poco contano) o supportati con 30 stagioni di DLC...  

Non è che questi due anni di Evo hanno portato Street Fighter 5 (nato male) a vendite esorbitanti, stessa cosa per i picchia jappissimi dell'ArcSystem che vivacchiano lo stesso perchè il problema è alla radice, ragion per cui non "decollano".

Chi vende ha già vinto... e non "muore" perchè non ci fanno dietro i torneini.
 Il resto sono scuse.

 

La storia in un picchiaduro c'è da quando son nati gli story mode...
Alcuni lo pensano, ma non è vero.

La storia, intesa come retroscena\vicenda per dare un senso al contesto di gioco, c'è sempre stata sin dagli albori... poi c'era chi l'aveva più strutturata e chi meno, però questo è un altro discorso.
Dire che solo con gli Story Mode è arrivata la storia nei picchiaduro è da ignoranti mica male, fa proprio pensare al guardare i picchiaduro con zero attenzione, vedendo le cose solo se buttate sotto al naso.
Un tempo trame e sottotrame dei picchiaduro bisognava saperle scovare, interpretare (come nei Soulslike, per certi versi) nei combattimenti arcade\versus casuali di norma slegati dalla storia ... ma questo non ne cancellava l'esistenza.

Era sparpagliata un po' nel libretto d'istruzione, un po' nelle schermate introduttive, un po' nei filmati finali (da dividere in canonici e "what if"), eccetera.
Adesso la situazione è più semplice, perchè con gli story mode si può seguire le storielle senza saltabeccare da una parte all'altra, avendo un quadro più completo e senza troppe frammentazioni, anche se ciò non implica che le storie nei picchiaduro siano nate grazie ad essi.


Le Juggles sono "il male"
Ogni tanto si legge di qualcuno che odia le juggle-combo...
Non si sa perchè o per come, ma probabilmente  subire una sequela di attacchi consecutivi senza poter reagire, è visto come eccessivamente scocciante.

Tuttavia esistono le cosiddette "breakers", i recuperi aerei e le varie meccaniche per eludere le famigerate juggles, quindi se qualcuno le subisce per inettitudine o svista, beh... se le porti a casa.
Tali colpi su rimbalzo, nati nel lontano 92 con Mortal Kombat 1, che si può affermare abbia inventato il concetto di launcher (il colpo sbalzante che può aprire una juggle), aggiungono varietà d'attacco, consentono sequenze complicate ed anche creative.
Per quanto possano essere definite antiestetiche e totalmente irrealistiche (persino nei titoli a tema fantasy), ormai in qualsiasi picchiaduro sono presenti, non solo in quelli che ne hanno da sempre fatto sfoggio, ma persino in quelli "scuola Street Fighter", che non ne volevano sapere fino a qualche tempo fa, mentre nei capitoli più recenti ne fanno sempre più uso.

I detrattori di tale meccanica, quindi, sono composti all'89% di... beh come dire... incapaci.
Tizi che magari si "incartano" coi tasti, che non hanno voglia di memorizzare sequenze complicate, che si fanno andare bene combat system un po' noiosetti, superati da anni e anni. 
Ammetto, non riuscirei ad immaginarmi un picchiaduro senza juggle, ora come ora.


Ciò che accade anche nelle modalità che esulano dalla trama, è da considerarsi "la realtà dei fatti"...
No. Anche se qualcuno che si immedesima o non è avvezzo con le stranezze dei picchiaduro,  può pensarlo.
In molti si "indignano" quando vedono le estremizzazioni di certe mosse e super mosse dei picchiaduro, ora più che mai: fratture multiple, pistolettate in pieno volto, organi spappolati, esplosioni atomiche e chi più ne ha più ne metta.
Lasciando perdere i risvolti magici o fantastici che non sempre ci sono, generalmente sono colpi che ucciderebbero chiunque e, se chi li subisce si rialza belbello nel mezzo dell'incontro, qualcosa potrebbe non filare.
Infatti non fila... ma bisogna andare oltre al pragmatismo e ricordarsi della famosa "dissonanza ludonarrativa".
I match dei picchiaduro (Arcade, Time attack, survival, versus che siano) sono appunto DIMOSTRATIVI, è bene saperlo.
Per quanto siano la parte giocabile e quindi principale (soprattutto un tempo) di un picchiaduro, quello che vi accade durante  è solamente una dimostrazione ludica basata su una storyline.
Non per niente son modalità che esulano dalla trama, dove il personaggio controllato dal giocatore può sfoggiare le sue peculiarità ammazzatorie in piena libertà. Ed è giusto che sia così.
Quindi via libera ad esagerazioni di ogni genere, perchè no, finché rimangono a scopo dimostrativo spettacolarizzante.

Esiste anche un articolo simile su MKAddicted riguardante l'interpretazione dimostrativa delle Fatalities di MK, dateci un'occhiata che vi fa bene.


E con questa concludiamo qui la seconda parte, sicuramente v'è piaciuta e ne volete una terza (e se troverò abbastanza bestiate, allora arriverà).

47 commenti:

  1. Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Giovanni Tursio24 dicembre 2017 23:26

      Ciao Rapper, senti volevo prendere Mortal Kombat XL però qui a Monrupino non si trova. Allora ho pensato di guardarmi qualche live per capire un po'il gioco ma non ne trovo mai nessuna, ne su YouTube, ne su daylimotion e neppure su Twitch! Come mai non ci gioca più nessuno? Eppure questo gioco che io sappia ha venduto parecchio! Ciao attendo risposta, grazie. Un saluto

      Elimina
    3. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    4. AHAHAHAHAHAAH :D, lollissimi i miei fake e il fake del fake Giovanni Tursio (lol)

      Elimina
    5. Giovanni Tursio27 dicembre 2017 08:22

      Rispondimi però!
      Coglione

      Elimina
    6. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    7. Sempre CrisDrago... :D .

      Poveretto, è impotente.

      Elimina
    8. fifi Sono tu che parli me

      Elimina
  2. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Non c'è niente da vergognarsi
      http://big.assets.huffingtonpost.com/SNLemojiAceandGary.png

      Elimina
    3. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    4. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
  6. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
  7. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    2. LUL, il burlone che si finge me XD

      Elimina
    3. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    4. Giandomenico Coglionecelli29 dicembre 2017 06:23

      Capisco giocare ai giochini, ma lo skate? xd
      Che per caso si sente come Bart Simpson?
      Infantilità forte qui

      Elimina
  8. Antonello Bischeri26 dicembre 2017 08:55

    Bellissimi i commenti di questo articolo hihihihih

    RispondiElimina
  9. MK non è di legno come dice il primo che ha comentado il articolo, è fintamente di legno come il mio pokemon preferito Sudowoodo xd
    Quindi marmoreo nei movimenti xd

    RispondiElimina
    Risposte
    1. LEGNOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

      Elimina
  10. Rapper dove posso scaricare il nuovo Crash Trilogy sul pc? I miei amici dicono che devo avere la Ps4, ma come funziona? Dopo aver comprato la Ps4, come faccio a passarmelo sul Pc? Ci vuole qualche cavetto?
    Sai per caso se c'è il famoso tasto che fa tornare la grafica come quella della psx?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per pliacere rispndimi velocemente, che vorrei comprarmelo per la Befana

      Elimina
  11. Mellio le tartaruche ningia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me mi piace Hellboy che scambia il braccio demoniaco.
      Alto livello di professionalità
      Pochi cazzi

      Elimina
  12. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  13. Cerchiamo di essere Seri, ho iniziato a leggere e ho notato una frase; "spulciando da anni riviste specializzate" puoi farmi i nomi di queste riviste specializzate in picchiaduro che leggi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. N'altro Rapper nero? XD
      Si intende riviste di videogiochi, non di picchia...

      Elimina
  14. BASTA BIOLENZA NEI VIDEOGIOKI, BASTA!!

    RispondiElimina