lunedì 25 settembre 2017

La Marvel vende il culo a buonisti, musulmani e sviluppatori di videogiochi incapaci.


Eh, la Marvel... storica casa editrice responsabile di successi fumettistici mondiali come L'uomo Ragno, gli X-Men, i Vendicatori, i Fantastici 4 ed altri famosi personaggi tutti coesistenti e collegati fra loro nello stesso universo, quali Daredevil, il Punitore, Pugno D'acciaio, Doctor Strange, Blade, Ghost Rider e chi più ne ha più ne metta.

Grandissimi...
La vera Marvel dimenticata.
Grandi ancora nonostante gli anni sulle spalle, ma distrutti parzialmente dagli INCAPACI attualmente al comando dell'azienda, che hanno pensato bene di andare incontro al più becero "politicamente corretto" attuando scelte che dire discutibili, è poco.
Se da qualche anno vedete personaggi etero diventare dei "metrosexual da saponetta", se vedete iconici eroi maschi soppiantati dalle loro (indesiderate) controparti femminili create ad hoc, se i nuovi personaggi inventati, vedi l'ultima Miss Marvel, fanno schifo al cesso... o se vedete quelle sciocche commediole da sabato sera che, spacciate per "trasposizioni cinematografiche", stanno letteralmente stuprando icone ultra cinquantennali da trattare coi guanti.
Ecco, questo fa parte del nuovo corso della Casa delle Idee... e la colpa è delle teste di cui sopra.

Ci si chiede perchè, visto che i vecchi appassionati, come il sottoscritto, vanno a vomitare quando vedono le trovate appena citate, tirano maledizioni contro i registi alla fine degli attuali lungometraggi da sala, stracolmi di humor deficiente del Downey Junior di turno per attirare ragazzine "bagnate", bambini con l'innocenza dei bambini e coppiette annoiate, che dei fumetti originali sanno una sega a merenda.

Eppure il nuovo corso è quello... e cazzo se fa cagare il cazzo.

E così avanti col Tom Holland-Uomo Ragno-fighetto, con la Zia May che "me la farei" (un tempo era una vecchia, io mi sono abituato con la Zia vecchia), con gli amici indiani e samoani tanto per fare multi razziale modaiolo... con mentore IRON MAN! Cioè... mentore - Iron - Man. Non il buon Zio Ben dai consigli ad effetto, ma il Tony Stark di John Favreau, quello puttaniere e sbroffo all'eccesso, con la faccia da culo. Questo qui:

Film noiosi, con tramette cerebro-negazioniste... prese, rimaneggiate e modificate in peggio dagli albi più disparati, che in un certo senso affossano i bei lavori cartacei a cui sono ispirate.
Anvegers, Iron Man, Guardiani della Galassia, eccetera: stufi kolossaletti pieni di effettoni, che non rimangono né in bene né in male, intruppati di un buonismo stucchevole... roba che i primi Spider Man di Raimi o il Daredevil col Kingpin nero a confronto erano capolavori, senza contare quelli sugli X-Men che, alla faccia della Fox, rimangono ancora mediamente validi.
Perchè il problema è solo dei Marvel Studios, quando li facevano senza quell'etichetta la situazione era diversa.
A parte i bei costumi che accontentano un po' tutti... non piacciono ai Marveliani, che li trovano sempliciotti e per nulla fedeli ai fumetti... rischiano di non piacere nemmeno ai profani, che li trovano per l'appunto "roba di supereroi" senza mordente, evitando così di esplorare i ben migliori classici cartacei. Piacciono ai bambini? Si spera, almeno potranno, incuriositi, buttarsi sul materiale originale (possibilmente recuperando gli arretrati) e trovare qualcosa di somigliante ma molto meglio.
La demenza tipica dei Cinecomics Marvel Studios...
Molto meglio fino a un certo punto...perchè mo' nei fumetti ci si adatta alla falsa rettitudine globalizzata dietro ai film, con trovate anche più merdose e fintamente coraggiose.
La continuità non viene cancellata, ok (almeno quella), ma per seguire l'onda radical chic e non fare incomprensibili intorti nemmeno a sessi di ogni genere, ecco l'imperare di uno sfacciato "gay pride" attuo ad aumentare il numero di personaggi omosessuali (oltre a quelli che già c'erano)... con indesiderati matrimoni gay, l'Uomo Ghiaccio a cui di colpo piace "la mazza", Shatterstar & Rictor pomicioni, Bullseye & il figlio di Wolverine che ci davano con la vaselina e così via col kit per vomitare facile.
Nessun problema nell'essere gay finché stai a posto, il problema nasce quando diventa ostentazione propagandistica forzata (direi la stessa cosa della promiscuità etero, eh! Pornoattori, shibaristi, bondagisti, sadomaso e le altre categorie di bassa levatura morale che non sto ad elencare per decoro).
"Finocchi freschi" stamattina...
Ma non è ancora finita, tanto per incoraggiare un non richiesto girl-power, i famosi eroi maschi vengono soppiantati da risibili controparti femminili... quindi arriva "Thora", una adolescente mulatta che dovrebbe essere "il nuovo Iron Man", "Wolverina" (ovvero X-23, solo che c'hanno messo quel nome + costume giallo di storica memoria)... e non poteva mancare neppure il buonismo verso gli Islamici, creando sta Miss Marvel quindicenne musulmana, con un costume ovviamente coperto (di solito le eroine erano tutte delle fighe scosciate, questa no) per tenere bordo ai loro precetti religiosi bizzarri, su cui amano puntualizzare più di tutti i popoli messi assieme (alieni inclusi).

Non per essere scortesi -ci stiamo riuscendo alla grandissima, ma qualcuno sta arabetta senza arte ne parte, creata da una di quelle imbarazzanti bianche convertite all'Islam e masochiste peggio ancora delle arabe vere, qualcuno la voleva?

Qualcuno voleva questi improbabili cambiamenti per attirare più generi di lettori possibile (tranne che i veri appassionati), fra otaku abituati con le inversioni sessuali -che comunque preferiscono quelle jappe DOC-, finto intellettualoidi che si sbrodolano col cosmopolitismo, eccetera eccetera?
No perchè, e loro lo sanno, i lettori grazie a ste porcate stanno diminuendo a dismisura.

Per di più, tale mentalità "progressista" si riflette persino nello stile grafico, spesso distante dal classico supereroistico e più tendente all'estroso, a volte magheggiante, a volte eccessivamente caricaturale, a volte che sfogli l'albo e lo lasci giù perchè fa CAGARE.
Eh sì, se compro un fumetto di supereroi che siano supereroi: "pompati", duri e graficamente semi realistici.
Della prova artistica del caricaturista o dell'artistoide a cui piace "disegnare strano", fotte proprio niente, soprattutto su una albo di SUPEREROI (precisiamo, perchè ormai...).
Quegli stili che dovrebbero stare alla larga dai supereroi...
C'è da dire che, soprattutto in Marvel, niente è per sempre e tutto prima o poi ritorna come prima, quindi si confida sulla storicità di personaggi nati quando certi autorelli con pessime idee, non erano manco nati.

Passiamo al lato videoludico, anch'esso deturpato da scelte un po'...come dire... della sega.
Non si sa perchè la distinta concorrenza DC (che ho sempre apprezzato meno), affiliata a sviluppatori ABILI come WBGames e NetherRealm, sforna continui successi come i Batman Arkham o gli Injustice...
Mentre la Marvel, per motivi ancora ignoti, affida i propri brand a sviluppatori un po' a umma umma, dato che il titolo meglio riuscito dal 2010 in su è il gioco di Deadpool (nettamente inferiore a qualsiasi Arkham) e, forse, Ultimate Marvel vs Capcom 3.
Forse, perchè tale serie peggiora di continuo, anzi... visto il quarto capitolo, ovvero Marvel vs Capcom Infinite, sembra proprio che sia il problema della Marvel videoludica.

Perchè continuare 'sto crossover insensato ed antiestetico, che mischia illogicamente gli eroi che coesistono nel "mondo Marvel", con dei personaggi a se stanti sparsi nei giochilli Capcom (ed uniti solo dal marchio Capcom)? Che senso ha far incontrare l'horror di Resident Evil con la giocosità di Megaman, ficcandoci in mezzo Thor?
Non ha senso.
E ancora meno ne ha il design generale usato, che mette sullo stesso piano figure semi realistiche con altre totalmente deformed. Quindi si vede un Thor ben proporzionato, insieme ad un Sir Arthur dall'anatomia cartoonesca e così via... ma un conto è avere TUTTI i personaggi "disegnati" con lo stesso stile trasfigurato, come accade appunto nei Megaman o simili, e un conto è fare un miscuglio di stili differenti distribuiti fra i personaggi, senza una spiegazione coerente.
Un Megaman pupazzoso in mezzo a gente realistica... valli a capire.
Un lato Marvel composto da gente con lo stesso stile "realistico", contro un lato Capcom che mescola stili alla cazzo di cane: figure realistiche, figure ibride, figure deformed.
'Na cazzata. Come Smash Bros o Playstation Battle Royale.
Il fatto che piaccia ad alcuni che hanno buttato il buon gusto nel cesso o che, semplicemente, hanno poche conoscenze per considerarlo una fessacchiata, non toglie che lo sia.

Insomma, 'sto Infinite è "infinitamente sottotono"... tralasciando che il gameplay rimane sempre una versione caoticamente facilotta di Street Fighter (cosa che può anche piacere), tralasciando il casino degli stili grafici differenti fra personaggi -che non deve piacere-...

Come si fa a buttar fuori un picchiaduro con 30 figuri base, di cui 24 RICICLATI dal 3?

Per di più a pochi mesi di distanza dal pluripremiato Injustice 2, tanto per fare ulteriore figura demmerda?
Cioè... uno si tiene o compra il 3 (spendendo pure meno)!

Va bene che a sto giro abbiamo lo Story mode, l'Arcade e il vsCPU SU DISCO, cosa ormai rara per la Capcom -l'ultima volta li aveva dimenticati in macchina...
Ma alla finfine, si nota lo stesso un prodotto complessivamente fatto "alla economica": grafica al limite dell'essenziale per le piattaforme su cui gira (quanto Street Fighter 5), modellazioni altalenanti (la faccia di Chun Li è materiale da meme, per non parlare delle "gambone" in versione realistica degne di malattie imbarazzanti), il già citato riciclo selvaggio con pochissimi personaggi nuovi...

In due parole: budget scarso, con una punta di incapacità cronica.

E che Capcom arrancasse lo sapevano un po' tutti... tranne forse la Marvel.
Come sapevano un po' tutti che aveva venduto il "bulo" alla Sony per produrre Street Fighter 5 in esclusiva PS4... e fare un il lavoro ugualmente di cacca nonostante i soldi della Sony.

Quindi alla Marvel che problemi hanno?

Eh niente, invece di seguire l'esempio della DC, facendo produrre un bel picchiaduro SOLO coi suoi personaggi da qualcuno veramente capace di fare videogiochi (i NetherRealm son già presi, ok... ma ce ne sono altri), si imbarca in sta "mugenata" per l'ennesima volta, affidandosi a Giapponesi senza soldi che amano imbastardare il tutto coi loro più disparati figuri.
Filantropia, demenza...boh.

Ed inoltre, con tutti i personaggi che c'erano, dovevano andare a pigliare proprio Gamora, Ultron e Carol Danvers... quando i fans chiedevano gente ben più famosa tipo Punisher, Elektra, Daredevil, Octopus, Goblin e un bel po' di mutanti- magari non comparsi nel 3 ?
Ok è stato sviluppato appunto da Giapponesi, non proprio l'ideale per mettere mano ad icone prettamente occidentali, ma non ditemi che la Marvel non ci ha messo lo zampino nei personaggi -nuovi- da inserire...
E da lì la domanda sorge spontanea: perchè niente mutanti col gene X ?  Perchè i film su di essi li fa la Fox.(magari col nuovo accordo Disney-Fox le cose cambieranno).
Nei fumetti non li possono eliminare o staccare dalla canonicità, ovvio, ma nei media esterni sembrano imporsi solo i personaggi dei film (di merda - già detto) prodotti dai Marvel Studios associati a Disney -il MALE... quindi Avengers, Avengers, Avengers e procioni, in tutte le declinazioni.

In attesa che qualcuno alla Marvel accantoni sti cinecomics brutti, per nulla fedeli ai VERI comics cartacei...

In attesa che la piantino con ste idee finto-progressiste a favore dei viziosi con disfunzioni sessuali e dei mediorientali fissati con l'Islam più arrogante (tanto i fumetti li compriamo lo stesso perchè #sosteniamoilfumetto)...
E in attesa che, in ambito videoludico, prendano esempio dal signor Boon facendo sto benedetto picchiaduro Only-Marvel, abbandonando il perverso connubio con pigiamati spara-bolle, zombie infetti e androidi carini...

Si confida  nel prossimo Spider Man, che non essendo un picchiaduro pare sia stato assegnato a qualcuno con idee migliori dei poveretti Capcom.

Nessun commento:

Posta un commento